Dal passato

brigida4.jpg

Ho una tazza da colazione azzurra davanti a me, mia zia l’ha riempita di cioccolatini.
Solo ora mi sono resa conto che sono stata a fissarla per minuti, senza un motivo vero.
Non è per i cioccolatini, non ne ho voglia.
Forse è per quell’azzurro, un punto d’azzurro che non so definire e che non mi va di fotografare, ma a me di restare imbambolata a pensare succede spesso.
La tazza, in ogni modo, è una di quelle comunissime col naso ed il sorriso, che dovrebbero mettere allegria ed invece fanno l’effetto che fannoi pagliacci: rendono malinconici – almeno – rendono malinconica me.

Oggi ho da fare, forse salto la riunione, anzi, la salto di sicuro.

Ci giro intorno, cerco di pensare a tutti i miei sogni, con i quali me la prendo sempre.
Il fatto è che a quasi due anni dalla morte di papà è arrivato un suo collega con un cd.
Nel cd c’è una banalissima partita a calcetto preceduta da una serie di tagli maldestri tra cui l’inquadratura di un pastore tedesco bellissimo.

Papà era magrissimo, forse erano i primi anni novanta.
Aveva i capelli corti, portava la maglietta che gli regalò Stefano, quella degli US open
e poi un paio di calzoncini corti, con quelli tipo ciclista sotto.
Ho sorriso appena l’ho visto.
-Papà, ma come ti eri conciato?-
E si sentiva la sua voce “calma, calma, passala qui”
Qualcuno ad un certo punto gli ha detto: “Mario, giochi meglio a pallone che a tennis”, lui si è voltato da un’altra parte ed ha sorriso.
Un paio di volte gli hanno rubato la palla e si è arrabbiato.
Gli altri giocavano con lo spirito della partitella domenicale, papà invece quando giocava voleva proprio vincere e “fare bene”, tanto per usare il solito odioso gergo calcistico.

Inutile dire quanto mi abbia scombussolata vedere questo video, ma stavolta non riesco a fare a meno di credere che debba esserci una ragione se questo disco è qui oggi, se proprio ora ho potuto vedere quelle immagini.
Non ho idea di quale possa essere l’intento del destino, forse solo quello di avere qualcosa in più per ricordarlo, oppure c’è un insegnamento che devo trarre, ma che non riesco ancora a capire.
Strano, sono sempre stata brava ad individuare la “morale” delle storie.
E tra l’altro, non mi fido a lasciar fare al tempo: ho imparato che se non mi do da fare, il tempo è incline a dimenticarsi di me.

Annunci

12 Risposte

  1. I tuoi pensieri forse sono solo un po’ aggrovigliati, vedrai che si sciolgono presto e quello che c’è in sottofondo viene fuori da sè… pensa pensa pensa se ti fa bene… ritaglia un posto nella tua giornata per quel sorriso e salta pure la riunione!!!
    Bacetti… Buon Lunedì!

  2. buon lunedi brigida…..io a casa ho una video cassetta di mio papà ma non sono riuscita ancora a vederla dopo tutti questi anni….!!!

  3. Che bella storia…forse però vorrebbe solo dirti che anche tu devi impegnarti al massimo in ogni cosa, proprio come faceva il tuo babbo, che ne dici ? un bacione…

  4. posso solo immaginare quali effetti possano produrre quelle immagini su di te ma secondo il mio modesto parere devi trarre da quel video solo il momento felice, solo il ricordo sereno… non farti prendere dalla malinconia, mi raccomando… Buon lunedì 😉

  5. chissà che emozione vedere quel video…

  6. non c’è sempre un motivo da trovare in tutto, alle volte le cose capitano punto e basta. Spesso mi capita di dover capire il perchè o il come mai, ma non sempre c’è risposta. Goditi il bel ricordo che questo CD ti ha regalato

  7. Mi viene da ridere (amaro – ndr) a pensare che cerco delle parole in me, per consolare te; quando ancora non ho consolato me stesso…

    Whatever, provo con la frase “lui è dentro di te” non fuori sui ricordi di un CD, che mi sembra la più credibile e appropriata. 😛

    Non mi chiedere grandi sforzi il lunedì di prima mattina, su! 😀

    Un abbraccio sdrammatizzante 🙂

  8. Ciao Des: pensieri ingarbugliati si, decisamente.
    saltare la riunione no, alla fine ce la faccio 😉

    Titty, io l’ho voluto vedere questo video. E’ stato struggente, ma c’è della magia nelle immagini e nella voce delle persone che non ci sono più, che restano impresse sul nastro.

    Cap: la tua è una deduzione semplice e credo sia esatta. Del resto mio padre ha passato la vita a chiedermi di impegnarmi e lottare sempre… probabile che me lo stia ribadendo adesso.

    pepe, io combatto contro una natura malinconica, ma perseguo fortemente la serenità, per niente al mondo ho intenzione di lasciarmi andare 🙂

    Nigno: si, l’emozione non si può descrivere…

    jan: è vero, le cose capitano, ma quasi sempre lasciano un insegnamento utile… allora cominci a pensare che non siano successe del tutto per caso, per sfortuna o fortuna.
    Però una cosa è vera in assoluto: bisogna cercare di prendere il buono di tutto ciò che viviamo.

    Alberto: lo so lo so…
    abbbrrrraccciamoci và.

  9. il tempo non dimentica nessuno, Brigida, neanche chi vorrebbe che fosse così.
    forse la morale è solo che oggi è un giorno giusto per ricordare
    :*

  10. Giù, mi sa che ogni giorno è giusto per ricordare… o per lo meno, non c’è giorno che io non ricordi

  11. avevo già letto l’altro ieri il tuo post, nonostante tutto non ero riuscita a scriver nulla. spesso le parole, mi sembrano inopportune…
    è vero che non sempre c’è una spiegazione a quello che accade.
    Tuttavia, penso solo che sia un modo che abbia trovato per dirti che lui c’è sempre. Continua ad esserci. In giorni di sole e di vento.
    Neanche loro si scordano di noi. Ci sorridono nei giorni bui. Come raggi di sole.

    ciao…

  12. Erika, non c’è nulla di inopportuno nelle parole di chi prova a confortarti.
    Io ne ho ascoltate tante di parole e ormai quelle sincere le riconosco al volo.
    Grazie, un grazie sincero, anche se non mi conosci ed io non conosco te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: