Pilota o navigatore? Meglio passeggero

abitacolott.JPG

Quando si parla di motori io mi taccio immediatamente e mi si smorza ogni entusiasmo.
Se qualcuno un giorno si trovasse nella necessità di farmi ammutolire, ora sa come fare.

Nella vita non si conosce mai abbastanza, ma ci sono anche argomenti che non si padroneggiano affatto e davanti ai quali bisogna avere l’umiltà di saper stare zitti.
Il motore, come dicevo, è l’argomento davanti al quale io alzo mestamente le mani.
Non ho competenze né opinioni (se non puramente estetiche e frivole) sulle automobili.

Sta di fatto che da quando papà non c’è più devo necessariamente occuparmi da sola della manutenzione delle macchine.
A malapena sapevo distinguere il cofano dal portabagagli, ora, dopo aver quasi bruciato la testata della kà (ho imparato a mie spese cos’è la testata), so anche controllare il livello dell’acqua e aggiungerne se necessario.
Il fatto è che più mi si guasta la macchina più imparo e, a questo punto, mi piacerebbe rimanere il più ignorante possibile.
Da un po’ di tempo la macchina mi restava accelerata quando spingevo la frizione per cambiare marcia o per frenare. Con enorme imbarazzo mi ritrovavo al semaforo a fare un “bruuuuuuuum, bruuuuuuuum” assordante.
Comunque l’avevo già portata a visita un paio di volte, sempre senza un successo definitivo:
“si deve cambiare un pezzo” – “no, basta pulirlo” – “ aspetta, intanto ti metto l’olio che non ce n’è più”.
Passano le settimane ed io quasi non posso più guidare, dove vado in giro con quella mina vagante?
Finchè stamattina il mio meccanico non mi dice “ apri il cofano” (ed ormai lo so aprire ad occhi chiusi) e poi aggiunge “metti in moto” ed io obbedisco.
Insinua le mani da qualche parte, corrugando un po’ la fronte, poi chiude il cofano e mi dice “vai a farti un giro adesso, vedi come va”.
Io deglutisco… che fa, mi prende in giro questo? Che, per caso crede di cavarsela con un massaggio rilassante al radiatore?
Però non discuto, sbatto lo sportello (Marco lo sa quanto posso andarci pesante) e ingrano la retromarcia.
Oh, la macchina all’improvviso era guarita.
Scivolava silenziosissima sull’asfalto dissestato delle stradine di Colfelice.
Curva dopo curva, dosso dopo dosso sterzava dolce, mi accompagnava lieta.
Tra le mimose in fiore, i ciliegi, le rondini svolazzanti, i passeri cinguettanti, il sole ed il verde smeraldino dell’erba, mi stavo dimenticando di tornare da Andrea a dirgli che incredibilmente ora andava tutto bene.
“Andrea!!! Ma, ma ora va benissimo, che le hai fatto?
“niente, ho staccato un filo”

Ha anche provato a spiegarmi di che filo si tratta, mi ha detto che la macchina ha un difetto (la mia o tutte quelle come la mia? Questo non lo saprò mai) e che con quel filo attaccato, piano piano le si abbassa “il minimo” (il minimo, questo sconosciuto).
In ogni caso ora ho la macchina che funziona, non ho pagato ed ho un filo non meglio identificato che penzola da qualche parte nel cofano, così, inutilizzato.

Tutto questo per spiegare che certe volte basta un niente per fare andare bene le cose e che se tutto sembra perfetto, ma noi abbiamo il minimo troppo basso, perché sia veramente perfetto bisogna sporcare un po’; staccare un filo da qualche parte, lasciarlo li.
Perché non è detto che a tutti serva lo stesso equipaggiamento, persino le macchine si concedono dei capricci, figurarsi se non possiamo farlo noi.

p.s. spero che ora non mi si incendi in marcia o che non cominci improvvisamente a volare, in tal caso mi rimangio tutto quello che ho scritto.

Annunci

17 Risposte

  1. “persino le macchine si concedono dei capricci, figurarsi se non possiamo farlo noi.”

    Parole sante!!!

  2. I passeri cinguettanti, mentre tu guidavi dolce la macchina guarita, valgono da soli il tempo di lettura di questo post! 😛

    Un abbraccio stacchiamostofiloallora 🙂

  3. Maria: eh si, caspiterina!

    Alberto: volevi per caso dire che il mio post è troppo lungo?!?

    un abbraccio offesissssimo 😦

  4. In realtà la macchina si è messa a posto da sola, come succederà alla lavatrice


  5. Eddaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaiiii… :-O
    Beh, buonanotte.

    Un abbraccio tantolosai 🙂

  6. Brrì- Sei fantastica, magari diventi katwoman e la Ka la tua katmobil!!!
    Albi- Ti devo fare i miei complimenti, i tuoi commenti su questo blog mi fanno sorridere, sarà perchè ti conosco di persona e ti penso che li scrivi, bò..
    Baci.

  7. Chià: con i complimenti questo ragazzo rischia di gasarsi troppo…

  8. Donne e motori, capricci e sudori…
    Boh… mi e’ venuta cosi’ 😛

  9. bidi: siamo bravissime al volante, se non altro più prudenti… magari strisciamo lo specchietto ed il parcheggio a s non ci viene precisissimo, ma ci teniamo la pelle 😉

    Oscar, mi hai convinta: lascerò che il pavimento e il bagno si lavino da soli, che il letto si rifaccia da solo e che la spazzatura si getti nel cassonetto da sola 🙂 Ti inviterò a casa mia un giorno o l’altro… verrai con queste premesse? 😉

  10. Ehm… Bri’… ho un’altra opinione in merito… ma lasciamo stare 😉
    Anche io ci tengo alla pellle, ma cio’ non implica l’andare in giro con i retrovisori chiusi o i fanali spenti di notte 😛

  11. Se le donne sono distratte è perchè hanno mille pensieri e se hanno mille pensieri è per colpa di voi uomini.
    Quindi, se le donne guidano male è per colpa vostra.
    Insomma, non si scappa: voi uomini siete responsabili di tutti i mali del mondo, compreso questo.
    Buona giornata bidi! 😉

  12. ciao Brì!
    pensa che proprio in questi giorni ho deciso che la chiusura centralizzata (che sta facendo i capricci!) si aggiusterà da sola…sarà un contatto che magicamente si ristabilirà.. e se così non fosse staccherò “un” filo! tu sei d’accordo vero?!
    😀

  13. evidentemente anche le macchine vanno coccolate di tanto in tanto…devo dare una bella lavata alla mia!

  14. Ros, io potrei anche essere d’accordo… ma prima vedi se è d’accordo anche il tuo meccanico 😛

    Fede: la mia ormai scappa quando vede l’acqua e dopo lavata va a rotolarsi nel fango 😀 .

  15. C’è chi cucina e chi mangia… te sei na magnona! 😉

  16. Morgan: questo l’ho sempre detto pure io! 😉

  17. adesso che mi ricordo devo far cambiare una luce alla mia macchina….anche io dovrei coccolarla di piu….ma x queste cose sono un disastro…!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: