post grigio

grigio.jpg

Ogni tanto mi sento come Alice che insegue il coniglio… forse cerco un consiglio.
Magari in un sogno.
A volte sogno cose che mi stupiscono, mi stupisco di me stessa e della mia mente che lavora in modo geniale, ma di nascosto.
Compongo dei versi, risolvo problemi, poi mi sveglio compiaciuta… ma solo a metà.

E poi i sogni sfuggono, anzi sfumano.

Non appartengono a questo mondo, ma chissà.
Ho paura di quello che non so, che non sa nessuno.
Ogni tanto mi piacerebbe essere come i matti che non si curano di certe cose o che invece sono gli unici che le conoscono.

Io mi occupo ogni giorno di storie e di parole, ma c’è così poco di sincero.
E le parole delle persone somigliano ai sogni: non pesano, sono inconsistenti, volano via e si dimenticano.

Il giorno dopo si ricomincia da capo, un capoverso diverso.
La storia è scritta di pagine fragili.
Persino la morte e la sofferenza sembrano allucinazioni da droghe sintetiche.
Esistono davvero?
Esiste davvero una coscienza?

coscienza sociale

collettiva

intima

strisciante e feroce

o lontana come una eco tra le montagne?

E se la risposta fosse “no”?

Forse sarebbe una fortuna.
Una fortuna triste.

Annunci

14 Risposte

  1. Sai quella vecchia storia della farfalla che a Pechino sbatte le ali e altrove si scatena un uragano?

    Questa intima e misteriosa correlazione delle cose, senz’altro c’è, come spiega bene Eriadan [ http://www.eriadan.it/?p=2295 ]

    Altro, non saprei…

  2. Le nostre menti hanno capacita’ incredibili…e mi affascinano enormemente…

    Bisognerebbe cercare di accogliere i pensieri e cercare di “sentirli” non razionalizzarli troppo, non tutti…

    Un abbraccio…

  3. sono d’accordo con maria. non mi piace razionalizzare i pensieri, i sogni. non lo faccio. alla lunga può essere un difetto, ma tant’è…rimango un sognatore..e ho sempre fiducia in ciò che mi sta intorno, forse perchè vivo molto alla giornata, intendo come approccio..quindi ogni giorno nuovo è un occasione per migliorare. per me e per tutto ciò che mi circonda.
    non so fino a che punto il mio commento sia pertinente…mi sono lasciato andare..

  4. Tante volte mi sono sentito un povero illuso, un idealista … per quanto cercassi di convincermi del fatto che erano solo “sogni” … loro hanno continuato ad inseguirmi.
    Adesso ho deciso di essere io ad inseguire loro.

  5. stormy: come mai hai pensato all’effetto farfalla?

    Maria: succedono cose strane mentre dormiamo. secondo me dovremmo cercare di ascoltare di più quello che diventiamo nel sonno, ci aiuterebbe a capire meglio… a me però, lo confesso, fa un po’ paura capire meglio.

    Fede: ci sono sogni che si fanno ad occhi chiusi e quelli che si fanno ad occhi aperti: trovo interessanti entrambi, ma ho una predilezione per i primi.

    miky: per realizzare un sogno piccolo, a volte serve una vita intera, poi invece ne abbiamo uno enorme e ci si realizza in un batter d’occhio.
    vai a capire dove sta l’imbroglio.

  6. Perché è la base della coscienza “sociale” in cui credo io.

  7. Parole, parole, parole…
    Scrivere, scrivere, scrivere…
    Ma poi siamo sicuri che chi ci legge non stravolge il senso delle nostre parole, per un suo scopo completamente diverso da quello per cui noi abbiamo scritto?

    Sì, capisco.
    Hai ragione, Brì… …Provo anche io questa sensazione, recentemente ancora di più. 😦

    Forse è più facile cambiare noi stessi che il mondo, ma è giusto farlo?

    Anche grigia sei bella, Brì. 😉
    Kalé kai agazhé. 😛

    Un abbraccio notturno 🙂

    P.S. Non hai commentato le risposte al questionario di 7 domande di 2 post fa… 😦

  8. brigida questo post mi sembra confuso
    forse fatto per confondere come quando ancora non si ha un piano di battaglia e si cerca di buttare dei fumogeni per rallentare il nemico.
    la soluzione è che anche queste parole voleranno via
    i fatti resteranno

  9. stormy: anche io sono convinta che da qualche parte una farfalla sbatta le ali… ma deve essere deboluccia però eh!

    Alberto: tanto oggi, lo vedi come vanno le cose: si fa una affermazione e poi, se non funziona o ci si pente, basta dire di essere stati male interpretati; le parole non contano più. Non ho commentato i toi punti, ma li ho letti: te ne vuoi andare in america e morire giovane… 😦
    però concordo col tuo punto 7.

    Andrea: la tua sensazione è giusta.
    Io sono confusa su molti punti. Nel post parlo di più cose:
    Parlo, ad esempio, di quanto mi sento inespressa… perchè ho la sensazione di poter fare molto di più; me ne accorgo da come lavora la mia mente nei sogni.
    Parlo di quanto è labile il nostro tempo e di come sono fragili le parole che vengono dette e quindi anche le azioni che ne conseguono… quelli che tu chiami “fatti”.

  10. 😛
    Anche quelle sono parole, però… 😉

    Di tutto quanto scritto, l’unico che davvero è nei miei obiettivi è il 6; il resto sono solo pensieri spettinati, per soddisfare la curiosità di un’amica simpatica!

    A proposito, have good care of you during the Easter break!! 😉

    Un abbraccio havefun 🙂

  11. dì la verità: ti serve solo il coniglio da fare con le patate!!!

  12. Ho sempre più dubbi sulla coscienza delle persone e soprattutto di quella sociale…

  13. Albè: lo sai che ti invidio… tu ci credi, io sono scettica 😦
    Tra l’altro l’orientamento attuale è che il Paradiso sia per pochi. Pare che non ci perdoni nessuno Albè!

    Pepe: NOOOOOO!!! affamata si, ma non fino a questo punto… 😉

  14. la mente mènte….
    la mente svela….
    comunque il suo mistero, è la mia vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: