Voglia di Tenerezza

 tenerezza.jpg

ieri sera ho visto per l’ennesima volta “Voglia di tenerezza”… che poi parlare di tenerezza si potrebbe anche, però chi conosce questo film sa benissimo che non è precisamente tenerezza quella che resta dopo, ma qualcosa di molto prossimo alla disperazione.
Si tratta di una storia struggente con un cast di quelli supersonici, considerando che c’è Shirley MacLaine che fa coppia con Jack Nicholson .
Mi aveva sempre provocato reazioni fortissime, ma stavolta è stato anche peggio. Stamattina ero uno straccio; uno straccio intriso di mal di testa e dolore alla spalla destra (ma quello è un problema a sé).
La verità è che vedere la storia di una madre che rinasce proprio mentre la figlia si ammala e vedere il personaggio di Debra Winger che si prepara a morire con tutta quella serenità e quella forza, mi ha praticamente uccisa.
Pensavo al mio dolore, alla mia esperienza.
E pensavo anche a mia madre che proprio ieri, dopo la palestra, mi aveva detto “facciamo un giro in piazza”.
Io ho trattenuto il respiro per un attimo… quella frase me la diceva sempre quando papà c’era ancora; noi due passavamo in piazza per vedere cosa stava facendo, con chi chiacchierava e se, nonostante il vento gelido, lui facesse ancora su e giù per il belvedere con i suoi amici: gli irriducibili della politica.
Possibile che per lei quella frase, quel giro, non abbiano lo stesso significato che hanno sempre avuto per me?
Non è un caso aver visto quel film ieri sera; l’ho scelto io.
Però, mentre mi preparavo a vederlo, non pensavo alla commozione che mi avrebbe provocato la morte di Emma , pensavo alle scene tra lei e sua madre Aurora prima della malattia. Pensavo al loro percorso fatto di simbiosi ed idiosincrasie continue. Ecco, io ricordavo quelle cose e quasi non ricordavo quanto fosse potente la parte che riguarda la loro separazione.

Se solo si riuscisse a prendere il succo buono delle esperienze; ripensare al passato e vedere quanto di bello c’è stato ed azzerare (ogni tanto, solo ogni tanto) tutto il male e la sofferenza delle separazioni!
Mi piacerebbe poter ricordare il percorso che ho fatto con mio padre prescindendo dalla fine…  mi piacerebbe che non restasse disperazione, ma tenerezza.

Però come si fa? La vita non è un film.

Annunci

16 Risposte

  1. Ho degli ingegneri strani alle calcagna…

    …posso nascondermi qui? 😛

    Un abbraccio PRIMOOOOOOOOOOOOOOOOO 🙂

  2. uhm… con te ormai ci servono gli ultracorpi, altro che! :-/

  3. 😛

    Un abbraccio Pucci…Pucci… 🙂

  4. Lo sai da sola: la vita non è un film…sta a te riuscir a trattenere tutto quel che di buono la vita ci offre…

  5. POST SCRIPTUM –> (cioè: “ho scritto un nuovo post”) 😀

  6. ciao brigida…
    confesso di non aver mai visto questo film!!!
    ma con certi attori non si può sbagliare…
    credo che lo noleggerò!!!
    gracias…

  7. anche io non l’ho visto… e ci hai detto anche chi muore!!!

  8. Alberto, un abbraccio Habemus Papam!

    Cap: ci si prova…

    Conte: preparati a versare fiumi di lacrime 😦

    Pepe: oops… 😉

  9. Ma lo sai che a volte noleggio apposta un film solo per piangere…perchè è una terapia…e non riesco mai a farlo.
    Per il resto…
    la vita non è un film, no…a volte può essere anche meglio…
    ti mando un bacio!

  10. sigh sigh….
    inizio già ora così faccio pre-riscaldamente…

    ciao ciao

  11. Proprio perchè la vita non è un film arriva il momento in cui il distacco viene elaboarto e riplasmato, mai dimenticato ma trasformato piuttosto. Lasciando ANCHE lo spazio per quella tenerezza che cerchi.

  12. la vita non è un film, no…per carità..ma a volte si mette cosi bene da poterlo sembrare (almeno nella nostra testa..) . Azzerrare,risulta difficile…spesso sarebbe l’unica soluzione, ma rimaniamo essere umani, affascinati, complessi e sofisticati. Tutto rimane “quasi indelebile” nel nostro processore centrale che è il cervello e questo a volte è solo una palla al piede…ma senza questa memoria storica, saremmo poco e niente. la vera sfida è imparare dal passato per migliorare il futuro ? Io non ci riesco.Ancora.
    besitos.

  13. E’ un processo strano anche i ricordi belli restano intrisi di maliconia di tristezza…ma bisogna cercare di non dimenticarli…

    Ci vuole tempo…il tempo aiuta…non ci credevo…poi l’ho porvato sulla mia pelle e l’ho capito.

    Non va via il dolore, cambia forse…ma non se ne va’…

    Sta a noi fare tutto quello che voglioamo fare per mantenere in vita i ricordi che vogliamo.

    Non c’e’ giusto o sbagliato, ogniuno gestisce questi dolori a modo suo…

    Ti abbraccio…

  14. se per caso riesci a capire come si fa a cancellare o dimenticare la sofferenza e le separazioni del nostro passato fammi un fischio e dimmi come si fà. mi ripeto mille cose. mille soluzioni, la verità è che non riesco proprio a dimenticare niente… intrappolato nel passato sperando che ci sia un perchè a tutto… anche se non è che ormai ci creda poi tanto.

  15. solo il tempo….aiuta a smorzare il dolore e forse anche a trasformarlo in altre sensazioni…..!!!!

  16. Il film è bellissimo anche se ti uccide dentro…io sono dell’idea che le sofferenze non si cancellano, semmai si tengono nascoste, ma all’improvviso arrivano e quel dolore al cuore e alla testa ti fa diventare matto.
    Però si impara a convivere con quella sensazione, e spesso ti fa diventare talmete lucido che riesci a mettere a fuoco molte cose anche quelle che dovresti lasciare sfuocate ma non puoi farci niente è così…
    Tre settimane fa ho vissuto il giorno più brutto di tutta la mia vita e il dolore che mi ha provocato(e che sento tutt’ora…)mi sta facendo vedere TUTTO da un altro punto, con il mio pensiero vedo le cose, le persone ma sopratutto me stesso da un altra prospettiva. A volte mi fermo e dico fra me e me:noo ma come è proprio cosi???!!!?(chissa se sn riuscito a farti capire quello che provo…)
    Coraggio Bri!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: