sottocoperta

sottocoperta.jpg

Ciao Blog,
Lo sapevi che non ci sarei stata per un paio di giorni. Scusami se per un po’ non mi sono fatta sentire però sai, certi luoghi ti rapiscono.
Ti rapiscono alla quotidianità, all’abitudine, a quell’idea inconsapevole di sapere già tutto, in fondo.
Certi luoghi ti cercano, ti chiamano, ti trovano. Ti sposti di appena qualche chilometro dalla tua destinazione abituale e ti ritrovi in un mondo sconosciuto.
E’ capitato, ora so che non è stato un sogno.
Il mio treno ieri ha tirato dritto alla fermata di “campi sportivi” e così mi sono ritrovata a “Tor di Quinto”.
Si è trattato di una decina di chilometri tra una stazione e l’altra eppure, in mezzo, oltre al Tevere è passato un abisso.
Dallo scintillare dei campi di calcio e di equitazione della scuola del Coni sono finita direttamente in mezzo alla disperazione della baraccopoli nascosta tra gli arbusti.
Non credevo ai miei occhi caro blog, io non l’avevo proprio mai vista una cosa così.
Ho trovato Eldorado – ho detto – è qui che vive la città nascosta, c’è una tribù di nativi a cui dare perline… in cambio di cosa?
Ho preso il treno in senso contrario e sono tornata al mio posto.
Però, per un attimo breve, ho temuto di essere finita in un treno incantato sul quale niente era accaduto per caso.
Non è stato un caso, forse, se oggi ancora ci penso.
E poi, caro blog, hai visto che sole? Che meravigliosa alba d’estate?
Ormai mi conosci, sai che con giornate così non riesco a star dietro a verbi e subordinate.
Non riesco neppure a prendere sonno, anche se appena una mezz’ora fa stavo per crollare al volante.
Quindi blog perdonami se non ti scrivo a dovere, se questo post non è convenzionale, eppure è banale, ma ho preso il sole per due ore oggi e adesso in testa mi sfrigolano pensieri contrastanti: idee a metà tra la rivoluzione armata e la ricerca del Nirvana.
E poi c’è domani, che per fortuna non manca mai, ma che nella sua intransigente puntualità ha il potere di arrivare sempre troppo tardi o troppo presto.
Come avrai capito, caro blog, è ora che io vada, che spenga la luce e riordini i miei pensieri lisciando coi piedi le dune  tra le lenzuola, appianando tutte le grinze, creando prati nella mente, trovando finalmente un motivo per cui dormire.

Annunci

15 Risposte

  1. Questa frase è bellissima!

    E poi c’è domani, che per fortuna non manca mai, ma che nella sua intransigente puntualità ha il potere di arrivare sempre troppo tardi o troppo presto.

    Te la ruberò! Citandoti come fonte!

  2. Conoscevo dell’esistenza delle baraccapoli… Fa impressione.

  3. Hai lasciato spazio allo stupore della bambina che è in te… …Brava! 🙂

    Forse ti è mancato il coraggio per infiltrarti nella baraccopoli e mischiarti tra loro, rubando sguardi, sensazioni, odori, idee; io l’ho fatto un paio di volte (a Milano e a New York – ndr) e ho fatto il pieno di speranza, perché l’essenza dell’uomo è nascosta tra le pieghe di quella disperazione piena di dignità.

    Anzi, a pensarci bene, forse dovrei provare a farlo un’altra volta, assecondando il mio istinto un po’ zingaro… 😉

    Non so.

    Un abbraccio nosceteipsum 🙂

  4. POST SCRIPTUM –> (cioè: “ho scritto un nuovo post”) 😛

  5. off topic: bella grafica!

  6. Federico: Grazie 🙂

    Alberto: io di coraggio ne ho poco… Da sola poi, anche se non fossi stata in un ritardo pauroso, non so se ce l’avrei fatta 😦

    Antonio: grazie, ma è merito di wordpress!

  7. arriva sempre troppo presto pe me domani anzi il tempo scorre tropo velocemente…senza neanche accorgersene..!!!!

  8. realtà così vicine e così lontane…

  9. Dico, ma non è che abitiamo nello stesso posto? A giudicare dalle fermate mi sembra proprio il trenino della Roma Nord…e dici che vai spesso a Roma e dici che abiti in un paese…mmmhh bisogna riflettere ai casi della vita!

  10. Titty: non sempre, a volte non passa!

    ros: fa paura

    meringa: prendo il trenino roma nord da Flaminio per arrivare alla fermata di campi sportivi. Io abito in ciociaria 😉

  11. Ah beh, allora non ci siamo!

  12. “trovando finalmente un motivo per cui dormire.”…l’hai trovato?!
    Me lo dici pure a me cosi’ ci provo pure io;)

  13. La ricerca armata del Nirvana come ti sfrigolerebbe?

  14. L’immagine dei piedini che lisciano le grinze delle lenzuola mi è famigliare, bacini.

  15. questo è proprio un post da femmine 😉

    (ot: dalla scoperta alla sottocoperta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: