tempo-rale di Natale

Rimasta chiusa in bagno per cinque minuti, mentre la chiave rischiava di spezzarsi nella toppa, ho capito subito che questo Natale non mi sarebbe stato amico.

Agghiacciante. E’ così che Graziano ha definito il pranzo di quest’anno ed io sono d’accordo.

I miei zii di Roma sono arrivati alle 15.30, così, solo perché se la sono presa comoda e vaglielo a spiegare a Nicola, che ha novantadue anni, che si deve aspettare perché qualcuno si è alzato pigro. Qualcun altro si è offeso all’improvviso per qualcosa che non ho capito, gli altri zii hanno fumato come ciminiere, poi, una volta arrivati tutti si è passati a parlare male di chiunque non fosse presente.

Una cugina ha passato quasi tutto il tempo con le cuffiette dell’Ipod nelle orecchie.

In compenso Debora ha controllato la sua posta dal mio computer ed ha scoperto di avere un colloquio di lavoro importante a Gennaio.
Mi ha detto: “Bri, se questi ce cascano è fatta”. Così parla una Romana trapiantanta a Lussemburgo.

Finalmente ho salutato Maria, casa sua era strapiena di gente, traboccava di bambini. Suo figlio Marco festeggia il compleanno ogni giorno e spegne la candelina per dieci volte di seguito.

Ho trovato fabio sdraiato sul letto con Giorgio accoccolato sulla pancia… fa tutto parte della dura vita del papà.
Devo beccarli in un momento meno incasinato così posso raccontare del viaggio in california con più calma.

Serata al cinema. Il film non è stato niente di speciale. “Il mistero delle pagine perdute” è piuttosto avvincente, ma la storia è un po’ scontata, poco realistica e Nicolas Cage non mi piace.

Però era Natale ieri e almeno io volevo essere più buona. Però non va bene quando sei buona solo tu e tutti gli altri rimangono stronzi come al solito.

Non ho fatto neppure una foto, non ho bevuto un bicchiere di vino e non ho aperto il tronchetto di Natale.

Intanto piove e piove e piove.

grigio Natale

Annunci

7 Risposte

  1. …e anche quest’anno pero’ e’ andato!Adesso per il prossimo devono passare altri 12 mesi…speriamo bastino a far capire agli stronzi che ogni tanto essere buono non e’ male ;-). Ciao Brigi e buon S. Stefano.

  2. Altro che foto, qui ci dovevi fare un film “Brigida è troppo buona per fare stragi”.
    Da noi si festeggia la sera del 24, il 25 pranzo frugale, pattinata e alla sera risiko coi bloggher bolzanini

  3. Urca…
    Spero per te che il 26 possa scorrere un po’ meglio. 🙂

  4. Un bel ritratto di Natale in cui, secondo me, in molti possono riconoscersi. 🙂

  5. “Però era Natale ieri e almeno io volevo essere più buona. Però non va bene quando sei buona solo tu e tutti gli altri rimangono stronzi come al solito.”

    MASTERWORK!

    Beh, io almeno a Natale son stato lontano dall’internet. Mi ha fatto bene.

  6. (Bacio al galòp, con connessione bucolica ballerina. :-*)

  7. come ti capisco..
    ho avuto mamma e suocera sedute fianco a fianco x tutta la sera della vigilia…
    agghiacciante…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: