un po’ così

Su sky si vede il grande fratello 24 ore su 24 e questo lo sanno tutti, quello che non si sa, o che per lo meno non sapevo io, è che le finestrelle della schermata che contengono le inquadrature, quelle che il telespettatore può scegliere con il telecomando, si chiamano “mosaico interattivo”. Lo trovo geniale, quindi anche abbastanza folle.

In questo periodo sto ripensando molto all’anno scorso, forse perché qualche giorno fa’ ho sentito Atonia e poi perché è spuntato il sole e mi viene naturale rivedermi insieme agli altri del corso, seduti su un  gradino della scuola dello sport.

Ieri ho fatto una corsa spaventosa, sembrava che dovessi portare la metropolitana sulla schiena… Alla fine però sono riuscita a comprare il mappamondo a Marco.

E’ inutile stare a recriminare sul fatto che non serve a niente; Marco ha tutto e se ha bisogno di qualcosa è meglio che se la scelga da sé.
Regalargli qualcosa di inutile è il mio destino, però ovvio a questa terribile condanna con la fantasia e, se non altro, mando dei piccoli ma importanti messaggi; ad esempio sul biglietto di auguri ho scritto: “io ti regalo il mondo… tu mi regali i viaggi, ok?”

Sono stanca, mi piacerebbe dormire ma preferirei leggere, guardare la tv, uscire.

Le telefonate con Marco durano lo spazio che va dal suo ufficio a casa sua, cioè quanto? 150 metri?

Mah…

Annunci

5 Risposte

  1. Bello il mappamondo, ne avevo uno sul comodino anni fa, che usavo come lampada, chissà dov’è finito, che bella sensazione mi dava guardarlo, mi faceva sentire piccola piccola..
    baci.

  2. Uhm, Buongiorno Brì. Ah, ecco perché non lo pesco mai sul cell quando va in ufficio, sta parlando con te!! 🙂 vabbè, cmq tra i 150 mt dell’andata e i 150 al ritorno ti becchi 300 mt di telefonata, non male!! 😀

    X quanto concerne i regali… Anche io sono x la fantasia!! Ciao Brì, see You soon!! 😉

  3. Il mappamondo è una delle prime cose che ho comprato per la casa, mi sembrava essenziale ma adesso non mi ricordo più dov´è

  4. Kiara: io il mio mappamondo lo conservo sull’armadio della stanza che una volta era mia, sopra ci ho messo il cappello di mio nonno, in effetti è una allegoria piuttosto azzeccata di ciò che rappresentava mio nonno per me.

    pierfrancesco: mi sa che tu Marco lo senti più di me!!!

    Oscar: ora evidentemente il mondo gira intorno a te

  5. però telefonate lunghe… 😀 beh magari vi vedete spesso…!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: