Mamma, un fiore!

E’ stata una lunga giornata questa, magari per molti non è ancora finita, ma per me sta per fortuna arrivando alle ultime battute.

Quando ti scappa un “per fortuna” pensando ad una domenica che si conclude, allora non deve essere andata troppo bene.

Eppure ci sono stati dei momenti dolci, ancora più dolci se contestualizzati nell’asprezza di alcune situazioni.

Ho mangiato cioccolata per tutta la mattina ad esempio, ogni tanto pensavo alle espressioni di biasimo che avrebbe avuto Elisa vedendomi, o lo stesso Marco, ma quanto era buona quella cioccolata quando si scioglieva in bocca mentre toglievo le spine alle rose che poi confezionavo in bustine trasparenti, le quali prima o poi sarebbero finite tra le mani di una mamma orgogliosa.

Io e Rita ci siamo sostenute a vicenda per tutta la mattina, ognuna di noi era lì nonostante i propri grattacapi.

Mi ha confidato che prima del matrimonio non era nemmeno mai andata a fare la spesa. In effetti, ha continuato, anche oggi non si trova a suo agio in mezzo alla gente.

Io sono caduta dalle nuvole: avevo avuto l’impressione, al contrario, che fosse molto socievole, magari non quanto sua sorella e suo fratello, ma comunque senza tutti quei complessi che mi ha riferito di avere.

Suo figlio parla spesso di mio padre, Rita mi ha detto che proprio l’altro giorno lo ricordava con qualcuno dei suoi amici.

Nel frattempo la processione passava, il cielo rimbombava di spari ed io pensavo ai miei poveri cani impauriti e a fox, che di sicuro aveva cercato di entrare in casa.

Poi è arrivata Maria.

Maria per me è una ventata di aria fresca, lei è una che sorride sempre e poi è bella: ha i capelli nerissimi e lunghi, è alta, ha un fisico magro e una delle cose che le riesce meglio nella vita è cucinare.

Lei è una persona semplice, non necessariamente nel senso più positivo del termine, forse anche per questo sorride così tanto.

Ciò che ignoravo, ciò che non ritenevo possibile, è che quel sorriso da fastidio a molti, qualcuno addirittura non lo sopporta.

Sua figlia per ora non sembra bella quanto lei, però mi pare abbia qualcosa di grande dentro di sé. Io ci leggo dell’ambizione, un temperamento romantico e gran voglia di fare.
Una cosa che noto ogni volta, è che la mamma ha un certo timore della figlia, quasi le riconoscesse una superiorità innata e scomoda, dal proprio punto di vista naturalmente.

Tutte e due amano il rosa, non sono mai stata a casa loro ma chi l’ha fatto garantisce che di rosa ce n’è veramente tanto.

Maria ha portato degli stuzzichini per noi che lavoravamo dalle prime luci dell’alba: si è presentata con 4 vassoi pieni di roba avanzata dal compleanno della bambina festeggiato la sera prima.

Mentre noi mangiavamo leccandoci i baffi, la ragazzina puliva a terra. Poi all’improvviso eccola che raccoglie un rametto spezzato ed esclama con stupore e con gioia : Mamma, un fiore!
Appunto, sarebbe bello essere capaci di stupirsi e di gioire per aver trovato un fiore abbandonato a terra… in un negozio di fiori.

Annunci

3 Risposte

  1. PRIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO…
    😀

    :*

    Un abbraccio NoComment 🙂

  2. Toglievi le spine alle rose con quella particolare pinza dal manico rosso?

  3. Beata innocenza……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: