l’arcobaleno tra le nuvole

Sara’ per la stanchezza, sara’ perche’ ho passato un mese fuori di casa, fuori dall’Italia e praticamente fuori da tutto che ora mi viene da pensare automaticamente à cose impossibili. Raccontare il mio viaggio a papa`e`una cosa impossibile eppure mentre cammino, spessissimo mi vedo li’, in camera sua… che tra l’altro ora e’ quella mia, a parlargli delle mesetas, del freddo dell’altro giorno e del momento in cui ho detto: guarda se devo morire in questo cazzo di paese sperduto in galizia.

L’altro giorno ho sofferto tanto per una infiammazione al ginocchio, avrei voluto fermarmi dopo 30 km ma non c’era posto da nessuna parte e cosi`ho continuato per altri cinque, ma niente, ho dovuto dormire per terra, nel sotterraneo di una abitazione, al freddo.

Con me c’era Pau, lui sorride sempre, ha visto la vita e’ bella di Benigni e ripete sempre che la vita e’ meravigliosa. Aveva il sorriso sulle labbra persino mentre mi raccontava che la sua ragazza l’ha mollato…

Ieri mi sono fermata a Palas de Rei, nel municipale. C’era Andy, che la prima volta che l’ho visto ho avuto paura fosse un maniaco, la seconda l’ho visto mimare un incontro di boxe con Andrea, che fa lotta greco romana e la terza cantava e ballava una canzone dei prodigy. Poi mi ha detto che insegna arte e che dipinge, ha fatto un ritratto a Massimo, e’ veramente bravo.

Ieri ha dormito tutto il tempo, come me. Del resto la notte prima era rimasto senza posto anche lui.

Il fiume scorre, domani o dopodomani al massino io arrivo a Santiago.

Giunta li’ mi siedero’ da qualche parte e sorridero’ vedendo arrivare gli altri; quelli partiti con me, quelli incontrati, quelli che si sono aggiunti all’ultimo e, come dicevo a Carlo, credo che piangero’.

Oggi ho conosciuto Mattia, un ragazzo di Milano che ha un tatuaggio che mi piace: un arcobaleno che sta come un ponte tra due nuvole minacciose. Mi fa pensare a quello che succede durante il cammino e forse durante la vita intera.

Vado a fargli una foto prima che me ne dimentichi.

Ne ho fatte poche di foto, tanto tutto questo e’ indimenticabile.

Annunci

Una Risposta

  1. E’ bello vedere i colori…delle nuvole, ciao Brigida goditi il meritato arrivo nel tuo io…di cuore…B R A V A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: