Caldo Gallego

 

L’alta impresa è già compiuta.

Più che altro è stato un lungo sogno vero.

Siccome è impossibile spiegare o raccontare con esattezza, lascio che le immagini fissino le tappe con una puntualità che le parole non saprebbero raggiungere… 

mancano tanti colori, tante forme e gli odori, manca il sapore di qualche lacrima e la musica delle risate che però ripongo nella parte migliore di me, in attesa di capire di più.

Per fortuna che l’ho fatto questo cammino e che non ho avuto nessuna paura.

 

* Il caldo gallego è una minestra tipica della Galizia. Io non l’ho mai assaggiato, ma l’ho usato come titolo per rendere l’idea di un insieme saporito di ingredienti.

Annunci

5 Risposte

  1. ma che belle fotine!

  2. eccezionale…hai fatto una cosa stupenda…
    molto bella…
    e poi vedere le immagini del paese Basco a me tanto caro..bè mi è venuta anche un pò di nostalgia.
    🙂

  3. Bella quella della strada assolata con l’ombra (tua?) che si disegna in terra. Belle anche le altre, però.

  4. Ho una buona notizia per te. Ho appena scoperto una fonte sacra nel mio giardino. Potrai fare il pellegrinaggio a nuoto risalendo l´Adriatico, l´Adige e un paio di fossi. Contenta?

  5. […] qui e qui e qui e in giro per l’altro mio blog racconto le sensazioni vissute durante il cammino nell’agosto del 2008 che è stata e rimane la mia avventura in solitaria più bella. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: