uno, nessuno, centomila

Uhm, non so cosa ne verrà fuori: ho dormito quattro ore e se considero il debito di sonno che già avevo e le paturnie e il fatto che alle nove ero già fuori casa di Dora e che ora che mi ero riaddormentata mi ha svegliata Carla beh, non so, non so proprio.

Il fatto è che svegliarsi tardi in una così bella mattina di sole sembra uno spreco troppo grande, considerando quanto poco sole c’è stato in questi mesi.

Ho una bolla sul dorso di una mano e non vorrei fosse il risultato del primo sfigatissimo incontro con una zanzara… l’unica zanzara a cui fosse venuto in mente non solo di nascere, ma anche di andarsene in giro stanotte. Deve essere andata così, deve avermi riconosciuta tra tutti e aver pensato “eccola, lei è come me qui: fuori tempo”.

Comunque bella musica. Bella serata.

Magari è un mio limite ma io ancora non riesco a concepire chi non sa dire basta.

Una birra, due birre, tre, otto, dieci… Cosa si vuole comunicare o dimostrare? Cosa si vuole ottenere?

La vita sociale ruota intorno a una parola chiave: approvazione.

Con un bicchiere in mano sei riconoscibile, sei parte di quel gruppo amplissimo di persone che vuole esserci nel modo migliore.

La birra ha quel gusto amaro da persona dura, che conosce la vita e se l’è fatta graffiare in gola più di una volta. Così ti riempi la pancia e la testa di bollicine finché la schiuma non ti esce dalle orecchie, ma l’importante è che si veda che ne stai bevendo tanta.

Alla fine si perde un po’ il controllo di sè stessi e della situazione ed evidentemente è la cosa migliore, perché si fa fatica ad accettare tutto quando si resta sobri.

Scrivo questo perché tra tutte le debolezze, quella della necessità di omologarsi mi sembra la più grave… forse anche perché è quella a cui avrei più bisogno di cedere… se solo potessi.

Annunci

Una Risposta

  1. una birra è niente, due birre è come una, tre birre sei te stesso e quattro birre fai serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: