Habemus Papam

Ancora penso al film di ieri, Habemus Papam.

E’ un buon segno, se non fosse stato buono l’avrei già dimenticato (ammesso che un film che mi piace possa essere definito buono di default). Quando un film mi piace ho bisogno di pensarci su, di capire cosa mi è piaciuto, quale corda ha toccato.

La cosa brutta, quando si parla di un film, soprattutto poi di un film appena uscito, è che non è carino parlarne troppo, meno che mai è opportuno svelarne il finale.

Ecco, sono arrivata alla considerazione che in Habemus Papam la conclusione è il fulcro di tutto il film. E la spiegazione, la risposta, non solo al tema della storia, ma la risposta che Moretti da alla Chiesa… Se mai la Chiesa si fosse posta una domanda su chi non crede o su chi ha dei dubbi.

In tutto il film i cardinali, i funzionari, le guardie svizzere vengono messi in ottima luce, umanizzati, resi simpatici. Moretti dipinge questo solennissimo conclave come una specie di Villa Arzilla di lusso, in cui vecchietti di pregiata fattura si mettono al servizio del Signore per compiere la più alta impresa ovvero designare il suo rappresentante sulla terra.

Sono teneri nei loro piccoli passatempi, nelle loro minuscole vite, minuscole quasi quanto le nostre, salvo che per quel piccolo particolare che riguarda la “chiamata” al pontificato.

Quando falliscono e con loro, in qualche modo, fallisce anche Dio… ecco, quella è la parola di Moretti che per tutto il film resta defilato, quasi inutile.

Nonostante la maestosità di Michel Piccoli, che come Papa vile impersona un Papa enormemente amabile, Dio attraverso di lui fallisce.

Eppure vorrei dire a Moretti che Dio sembra fallire tante volte eppure se la cava sempre, ci hanno insegnato che è proprio in quelli che sembrano i suoi più grandi fallimenti che si trova la strada del bene… a cominciare da quella croce sulla quale fu ucciso suo figlio.

Tutto è scritto, a quanto pare soprattutto quello che non va, quindi finisce sempre che ad aver ragione è Lui e noi siamo qui solo per essere piccoli e confusi.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: