un senso

Caro blog, la cosa più bella di te è anche la più brutta: sei pubblico e leggendoti tutti possono venire a conoscenza dei fatti miei. Lo so, sembra assurdo che a qualcuno interessino..

Il punto è che scriverti non avrebbe senso se non potessi parlare liberamente e se, per caso, ad esempio, soffrissi molto un determinato giorno e non potessi parlartene.

Se per esempio non scrivessi oggi che quelle fragole a casa di Angela mi hanno ricordato quelle di Nemi e stavo per scoppiare a piangere lì, di fronte a tutti, bambini compresi che di certo non avrebbero capito e forse nessun altro avrebbe capito, almeno all’inizio.

Insomma, se per caso, per esempio, un certo giorno stessi male e non potessi parlartene che senso avresti tu?

Non ho fatto gli auguri a mia madre perché so che le servono davvero e quegli auguri che per tutti hanno un suono diverso, sulla mia bocca avrebbero stonato.

Caro blog, tornano i giorni tristi e, non l’avrei mai detto, ma mi dispiace che proprio ora ci sia tutto questo sole..

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: