alla frutta

L’avrai capito che sono alla frutta, che mi trascino al lavoro e che penso di non saperlo più fare. L’avrai capito che scoppio dalla voglia di cambiare tutto: casa, lavoro, città. L’avrai capito che mi trovo al bivio da troppo tempo e non so che pesci prendere e in quale direzione andare. Nel frattempo, di ogni settimana aspetto la fine, quel sabato liberatorio sperando di non avere impegni e di godermelo tutto dall’inizio alla fine e la domenica mattina, così bianca, così vuota, così unica.

Te l’ho già detto che il mio giardino non è mai stato così bello? Si, camminare su quell’erba morbida e verde, salire e scendere dal pendio docile che circonda la casa, accarezzare i rami delle piante, riempirsi gli occhi dei colori dei fiori, farsi guidare dalle code entusiaste dei cani che fanno a gara tra loro per essere i più vicini a me. Incontrare lo sguardo dei gatti, così abbagliante e sfuggente, così affascinante.

Stasera Marco ha una cena e io un’altra, le mie scelte ci dividono ancora, non basta la politica, sono anche vegetariana. La verità potrebbe essere che cerco di essere complicata per risultare interessante almeno un pochino. O che cerco di autodenigrarmi prima che lo faccia qualcun altro.

Ho acceso la luce, ho aperto la finestra, entrano le zanzare, mi pungono e quello che è fatto è fatto.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: