Paradise App

Addio signor Steve Jobs, grazie per il computer su cui scrivo, che è appunto quello che ha in mano in questa foto.

Grazie per essere stato un genio e per aver avuto fortuna e palle.

Grazie per il gusto che ha avuto, per la forza delle scelte, per le decisioni difficili.

Grazie per essere stato un altro, ma uno dei pochi ultimamente, ad averci fatto pensare che l’America è la terra dei sogni, dove tutto è possibile.

Grazie da parte di quelli che semplicemente vivevano nella periferia di San Francisco e che dopo di lei si sono ritrovati a vivere in quella che tutto il mondo chiama Silicon Valley.

Grazie perché dopo Einstein e i Beatles lei è il primo ad essere stato di nuovo colpito dalla mela.

Grazie per essere andato via senza rifilarci fregature prima.

Grazie per aver lavorato fino alla fine ed aver mollato solo quando non ce la faceva più.

Grazie per i jeans e il dolce vita.

Grazie per il “1 more thing”.

Grazie per essere ritornato dopo che era andato via.

Grazie perché il fatto che lei fosse vegetariano mi faceva sentire forte, essendo vegetariana anche io.

Grazie per tutte quelle frasi un po’ retoriche, tipicamente americane che diceva sempre, ma se non poteva dirle lei, chi mai avrebbe potuto?

Grazie Steve Jobs.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: