Quindi lasciatemi in pace. Grazie.

Io? 

Sono quella buona, quella che non si arrabbia mai, sorride, interviene solo per mettere pace… poi dimentica, ci passa su.

Che brava persona.

Ma perché essere sempre così? Perché esserlo quando essere così non va bene per me?

E’ normale che io tenga a e stessa, e  allora, perché non mi difendo una volta attaccata?

E’ quello che ho pensato ieri e mi sono difesa.

Niente risatine compiacenti, niente rospi ricacciati in gola. Ho detto basta.

Cosa è successo:

Sono vegana da quasi un anno. Ho impiegato questo lasso di tempo a cercare di capire in che modo alimentarmi, a come non farmi mancare nessun nutriente, ad ascoltare il mio corpo, a sostenere con me stessa la mia convinzione.

Non ho mai voluto insegnare a nessuno perché io stessa stavo imparando.

Ho solo spiegato i miei perché a chi me li ha chiesti.

Ho registrato due tipi di reazioni davanti alla mia scelta: c’è chi la accetta e ogni tanto, magari, mi chiede spiegazioni di vario genere, per capire meglio o anche per capire quanto sono convinta e chi invece non accetta e cerca di spingermi in un angolo, deridendomi, ostentando la propria non scelta, cercando di affermare con protervia il proprio dissenso da ciò che ho scelto io.

Applico pazienza ma ieri non ce l’ho fatta e ho reagito. Ho avuto una discussione con una delle persone appartenenti alla seconda categoria e la discussione è finita con una rottura. 

Non posso dire che non mi dispiaccia ma allo stesso tempo devo dire che sono sollevata. Ho messo le cose in chiaro per il futuro: Brigida è come tutti gli altri, non puoi pungolarla all’infinito, non puoi farle quello che vuoi, lei reagisce e ora lo sai.

Io non faccio parte di una setta, non ho sposato una religione, io porto avanti le mie convinzioni etiche che sarebbero enormemente più condivise se non rimanesse radicata nella società la (assurda) convinzione che consumare carne e derivati animali sia necessario.

Quindi lasciatemi in pace. Grazie.

 

Advertisements

3 Risposte

  1. Attaccare una persona per un suo modo di essere, o una libera scelta che certamente non nuoce a nessuno, è meschino. E sì, tocca mettere spesso le cose in chiaro. Sai che ti dico? Penso che (parlo per la mia esperienza) l’abitudine di non mostrarsi acidi/permalosi va, con moderazione, limata un bel po’. Anch’io ho spesso, soprattutto in passato, patito la “hybris” degli altri: alcuni dicevano e facevano sempre più di quanto fosse nei loro diritti. Perché io ero timida, buona, tollerante per non sembrare isterica, accomodante. Poi un bel giorno mi sono scocciata, o meglio: ho preso a tutelarmi un po’ di più. Oggi.. un po’ m’interessa avere l’approvazione delle persone, ma di alcune proprio no. PER NIENTE. L’approvazione delle persone discrete mi rende lieta perché non mi va di essere autoreferenziale, ma i deficienti non li sopporto proprio più. Da brava pacifista etereosnob. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: